Clicca qui per il nuovo sito di Articolo 21 »
Ricerca con Google
Web articolo21.info
 
 
Articolo 21 - Editoriali
Lidia Motta, la signora che dette vita a ''3131'' e ''Sala F''
Condividi su Facebook Condividi su OKNOtizie Condividi su Del.icio.us.

di Alberto Gedda*

La signora della Radio ci ha lasciati. Lidia Motta Doglio, 77 anni, sar√† tumulata oggi nel cimitero di Montegrosso d‚??Asti dove era solita trascorrere le vacanze. Per quant‚??anni √® stata ‚??la Signora Motta‚?Ě, artefice e protagonista indiscussa di un modo di intendere, e fare, la radio nel segno del servizio pubblico che non poteva prescindere dalla qualit√† e dalla ricerca. Entrata in Rai nel 1955 con il primo concorso nazionale per funzionari ai programmi, ha lavorato per le tre reti passando poi a RadioDueRai dove ha dato vita a programmi entrati nella storia: dalle ‚??Interviste impossibili‚?Ě a ‚??Sala F‚?Ě, dalla prima soap radiofonica ‚??Matilde‚?Ě alla trascrizione radiofonica della ‚??Bottega dell‚??Orefice‚?Ě di Karol Wojtyla, dalla scoperta del trio Lopez-Marchesini-Solenghi alla coppia Mirabella-Garrani, dal ‚??3131‚?Ě allo ‚??Specchio del cielo‚?Ě‚?¶ lavorando moltissimo con Corrado Guerzoni allora direttore della rete, dopo aver collaborato con Giuseppe Patroni Griffi, Alessandro d‚??Amico, Carlo Emilio Gadda. Nel 2000 ha pubblicato il libro ‚??La mia radio‚?Ě (ed. Bulzoni) dal quale emerge tutto il suo amore, e rigore, per questo straordinario mezzo di comunicazione  e di fantasia. Grazie davvero, Signora Motta, per la sua lezione.

*l'Unita' - 31 luglio 2006

Letto 1581 volte
Notizie Correlate
Audio/Video Correlati
Dalla rete di Articolo 21