Clicca qui per il nuovo sito di Articolo 21 »
Ricerca con Google
Web articolo21.info
 
 
Articolo 21 - Editoriali
21esimo secolo. Un ambasciatore rivela: Bush non sapeva chi fossero gli Sciiti
Condividi su Facebook Condividi su OKNOtizie Condividi su Del.icio.us.

di Roberto Reale*

Qualche immagine è passata anche sui nostri tg serali. La notizia è arrivata da Baghdad, ma riguardava il Libano. Centinaia di migliaia di Sciiti sono scesi in piazza a sostegno degli Hezbollah, lanciando slogan di fuoco contro Israele e contro gli Stati Uniti. Lâ??evento è dirompente. La più grande manifestazione popolare a sostegno dei miliziani libanesi si è tenuta nel paese â??appena liberatoâ? dagli americani. Ma non ci avevano spiegato che la caduta di Saddam avrebbe rafforzato lâ??Occidente e Israele? Adesso le cose le possiamo leggere esattamente al contrario.

E se vi domandate come si sia arrivati a questo noi vi consigliamo di fare un salto nel sito www.rawstory.com. Ospita unâ??intervista a Peter Galbraith, figlio del mitico economista John Kenneth, già ambasciatore Usa in Croazia, autore del libro â??Il collasso dellâ??Iraq: come lâ??incompetenza americana  ha creato una guerra senza fine.â? Racconta Galbraith che pochi mesi prima dellâ??invasione Bush incontrò tre esuli iracheni per discutere il futuro del paese. Quando i tre gli spiegarono che nel paese esisteva una storica divisione/spaccatura fra Sciiti e Sanniti, Gorge W si dimostrò sorpreso e infastidito. E reagì con texana insofferenza: â??Io pensavo che in Iraq fossero tutti mussulmaniâ?. Per Galbraith lâ??aneddoto è rivelatore di una â??cultura dellâ??arroganzaâ? che ha ispirato tutta lâ??amministrazione repubblicana, influenzata da chi pensava che lâ??America con le armi avrebbe potuto plasmare il Medio oriente a propria immagine e somiglianza.
E invece adesso Bush e Cheney si ritrovano le piazze irachene piene di gente che manifesta contro di loro. E non sono i Sunniti legati al vecchio regime, sono gli Sciiti che hanno vinto le elezioni, cui è stato affidato il governo del paese. Certo qualcuno potrà parlare di Sciiti estremisti, ma basta andare nel sito di Foxnews ( proprio quello) per leggere che il grande Ayatollah Al Sistani ( vera autorità religiosa del paese) sul Libano ha le idee chiare: bisogna sostenere in ogni modo i fratelli Sciiti che combattono Israele.
E allora come la mettiamo? Dopo Hillary Clinton, che finalmente ha scoperto le colpe del ministro della difesa Rumsfeld,  anche il senatore repubblicano Chuck Hagel ha chiesto di â??tirar fuori i soldati dallâ??Iraq entro sei mesiâ?. E quando gli hanno domandato se non pensasse al futuro di Baghdad ha risposto che il Presidente e Rumsfeld non solo avevano portato quel paese alla guerra civile ma stavano creando le premesse per la trasformazione dellâ??Iraq in una repubblica islamica su modello iraniano. Come dire che bisogna andarsene  perché le cose possono solo andare di male in peggio.  Cosâ??altro aggiungere? Che il link ( il collegamento) fra quanto accade in Libano e quanto succede a Baghdad è ormai più che evidente. Fare uso delle armi senza una visione politica del dopo porta in un vicolo cieco. Fa solo il â??gioco del nemicoâ?. Quello che più fa rabbia è che i paladini dellâ??Occidente che tanti disastri ( e morti) stanno provocando, non siano mai chiamati a rispondere politicamente dei propri clamorosi errori.

*segretario Isf www.isfreedom.org

Letto 593 volte
Notizie Correlate
Audio/Video Correlati
Dalla rete di Articolo 21